lunedì 23 dicembre 2013

Liberazioni e variazioni in attesa delle tempeste di neve

Ciao Maria Alyokhina! Ciao Nadia Tolokonnikova! E sempre viva le Pussy Riot! Soprattutto in un periodo di feste religiose come questo.




E cosa dire delle recenti leggi approvate in Spagna in materia di manifestazioni e di aborto? Solo che sono un vero schifo. Puro fascismo. Il 17 dicembre Repubblica aveva pubblicato un articolo dello scrittore spagnolo Javier Marias: "La legge neofranchista che piega la mia Spagna". E tu, deputato Pd, che ti sei barricato quando ti dimetti dal tuo partito? Come puoi continuare a rimanere nel Pd e in Parlamento, dove tra l'altro sostenete tutto quanto dice Napolitano, responsabile insieme alla Turco di una legge vergogna, e poi lottare per quegli esseri umani imprigionati nei lager italiani? Come puoi?


Quanto mi piacerebbe visitare questi luoghi che celebrano un uomo per il quale combattè mio nonno: "Monumenti comunisti in rovina".



Per caso, sfogliando un giornale, ho scoperto del suicidio di Ned Vizzini, scrittore americano di 32 anni, che si è  buttato dal tetto di una casa di Brooklyn. Lessi e regalai a mio cuginetto il suo esordio, "Datti una mossa" e poi lessi tutti gli altri suoi libri prima che finissero in mani altrui. Per ricordarlo segnalo quelli tradotti in Italia: "Datti una mossa" (Mondadori), "Mi ammazzo, per il resto tutto ok" (Mondadori) e "La casa dei segreti" (Rizzoli). Quando qualcuno si suicida, chiunque sia, mi sento travolgere dal ricordo dei miei tentativi falliti e degli interventi ospedalieri.




E poi due libri pubblicati da Quodlibet che hanno il respiro della Pianura Padana, della nebbia, di Milano, di Nord Italia, di un mondo scomparso o che sta scomparendo e di tantissimo, tantissimo altro: "La bella Milano" di Delio Tessa e "Vite sbobinate e altre vite" di Alfredo Gianolio.




E se vi va potete leggere la mia recensione del romanzo di Juan Villoro "La Piramide", pubblicato da gran via.




E una canzone che mi gira in testa: "Come Vera Nabokov".

Nessun commento:

Posta un commento