venerdì 20 dicembre 2013

Gironzolando

Pioggia e neve. Un'accoppiata che vivo come uno di quei bombardamenti col napalm che ho visto solo in televiisone. Lo stomaco che si muove al ritmo dei troppi alcolici bevuti ieri. Mi tengo su leggendo "2066". In tre giorni ho litigato 3 volte con gentaglia impegnata nello shopping natalizio. Ti colpiscono i polpacci con le loro schifosissime borse. Mia madre si informa su quali film daranno in televisione durante queste vacanze. Il primo titolo che mi viene in mente accoppiato al Natale è  "Il nostro Natale" di Abel Ferrara e la coincidenza vuole che fra qualche giorno leggerò proprio un saggio di Fabrizio Fogliato dedicato al regista statunitense che si intitola "Abel Ferrara. Un filmaker a passeggio tra i generi" (Sovera Edizioni).



"Post Tenebras Lux" di Carlos Reygadas è  invece un film che adoro e che ho rivisto:



Questi invece sono due film che vorrei tanto vedere e farò di tutto per esaudire i miei desideri:



E poi c'è questo romanzo che da tanto attendevo:


Musicalmente ascolto sempre le stesse cose. In questo momento mi divido fra Slowdive e Rachel's.

1 commento:

  1. Ebbene, dopo il tuo commento al film L'ultimo posto sulla terra, mi sono incuriosito.
    Ho fatto bene. Vedo Post tenebras lux, probabilmente uno dei film più interessanti degli ultimi anni. Frances Ha lo trovi facilmente, non sto qui a dirti come.
    Mentre il film di Minervini interessa molto anche a me. Mi hanno incuriosito alcuni articoli su questo regista che non mi pare abbia distr(ib)uzione in Italia.
    Di Ferrara...che te lo dico a fare? Saluti, Jean Claude.

    RispondiElimina