giovedì 7 novembre 2013

The Big Hunt + Disciplinatha + Stemple Pass

Un video veramente bello di "The Big Hunt" di The Lonesome Southern Comfort Company girato da Niccolò Castelli e ambientato in una città che conosco benissimo e dove mi sento ormai a casa.

I miei genitori sono persone ostiche, dure come il granito. Forse più ostili che ostiche.Un'ostilità piena di delicatezza e aculei. Ci si fa davvero male. La mia ragazza ne sa qualcosa. Anche loro si fanno un male cane. Non sono indistruttibili. Mio padre ha anima e corpo ricoperti da ferite. Ieri guardavo i suoi riccioli ingrigiti, le borse sotto gli occhi, le dita tutte deformi, gli occhi azzurri come il ghiaccio dell'Antartide. Lo ascoltavo parlare di come è dura far quadrare i conti. Io e lui odiamo il termine "paese reale" ma ieri sfogliando quotidiani, guardando la tv o ascoltando la radio c'era da star male (Radio Popolare è ormai inascoltabile). Non ho la minima voglia di discutere di giornalisti spazzatura, di dichiarazioni aberranti, successioni dinastiche, decadenze, congressi (che pena, che pena....), scissioni, feste, rimborsi, democrazia della rete e altre amenità. Amenità. Stronzate. Parlamentarismi. Amo le persone come mio padre che sono distanti anni luce da tutte queste stupidaggini. Ci gioca e ci scherza su anche lui ma ieri abbiamo discusso, divertendoci, di sanità, pensioni, scuola, religione, distruzione del territorio, eutanasia (io sono favorevole, lui no), guerre umanitarie, avvelenamenti, confini da cancellare, carcere, trasformazioni industriali. Ragionando sulle nostre differenze teoriche e pratiche. E bisogna dirlo che prendersi cura di una malata come mia madre quando le pensioni sono basse e non hai proprietà vuol dire prosciugarsi. Voi direte: e l'invalidità? 60 giorni e si aspetta.
  
Comunque ieri tornando a casa mi è salita una tale incazzatura che poi mi sono rifugiato in un disco straordinario di 25 anni fa e che in pochi hanno capito: "Abbiamo pazientato per 40 anni. Ora basta!" dei Disciplinatha. E peccato non aver comprato nel 1998 un libro su di loro che era in vendita alla Libreria Cuem della Statale di Milano.


E poi un film che non riuscirò mai a vedere e mi dispiace perché m'interessa particolarmente: "Stemple Pass" di James Benning.


2 commenti:

  1. Il film sembra bellissimo, adesso guardo se si può comprare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che potrai comprarlo ma se ci riesci fammelo subito sapere.
      ciao

      Elimina