venerdì 6 settembre 2013

Plattenbau



Qualcuno la considererà una follia ma da sempre provo un'attrazione per i palazzoni, gli agglomerati di palazzoni, le file di palazzoni, le città di palazzoni, la desolazione dei palazzoni, i balconi dei palazzoni, le teste nei palazzoni, i citofoni dei palazzoni, l'ombra dei palazzoni, le scale dei palazzoni e quando ho letto l'articolo di Simone Buttazzi "Plattenbau, o il socialismo prefabbricato" ho provato qualcosa simile a un'erezione mentale (ehm, moderiamoci, altrimenti...) al pensiero di questi prefabbricati imponenti. Ma come?, direte voi, tu che parli sempre di natura, laghi, montagne, animali, poi sbrodoli a proposito di prefabbricati, palazzoni, città alienanti? Eh sì, che ci volete fare. Ha a che fare con la mia infanzia di provincia e l'impatto che ricevevo quando arrivavo a Milano e sbattevo il muso contro i suoi palazzoni neppure troppo imponenti. Nell'abbraccio con viale Zara, con Cinisello Balsamo, con Sesto San Giovanni, con Viale Certosa, Viale Monza, con lo stesso centro, respiravo magia, mondi infiniti, la rottura di gabbie insopportabili. Sapevo bene che cos'era la vita di periferia, la vita nei palazzoni, i suoi problemi ma il mio amore non si è mai interrotto.

E comunque sono curioso di vedere il nuovo film di Paul Schrader, l'uomo di "Hardcore" e di tanto tanto altro. Su Spietati hanno scritto così di "The Canyons". 

6 commenti:

  1. eh,sui palazzoni è un discorso lungo;comunque bel blog.
    Ho risposto al tuo intervento su mio blog,con un commento aggiuntivo.
    Ciao (e sempre benevenuto nel mio blog).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, sì, il discorso sui palazzoni è lungo, lunghissimo e comunque grazie per il passaggio.

      Elimina

  2. Signori architetti
    che fate progetti
    precisi e perfetti
    di case e palazzi,
    di torri e terrazzi,
    di seminterrati,
    di interi isolati,
    di grandi cantieri,
    di enormi quartieri...
    che bravi che siete!
    E già lo sapete.
    Talvolta però
    - scusate un po´ -
    siete anche distratti.
    Scordate, difatti,
    che in quei palazzoni
    di quei quartierini
    ci debbono stare,
    coi grandi abitare
    bambini a dozzine.
    Si gioca... sul tetto
    nel vostro progetto?
    Un pezzo di prato
    l¹avete lasciato?
    Su, siate gentili,
    fate anche cortili.
    Pensateci un poco
    ai campi da gioco...
    Lasciateci appena
    lo spazio, che poi
    a far l´altalena
    pensiamo da noi,
    sarà cura nostra
    farci anche una giostra


    (Gianni Rodari)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci stanno tantisimo le parole di Rodari. In effetti architetti e chi predispone i piani regolatori, le normative eccetera si dimentica spesso che in quei palazzoni ci vivranno degli esseri viventi, umani o animali che siano.

      Tra l'altro amo i palazzi anche perchè sono cresciuto in un palazzone stile milano che svettava nel mio paesello di provincia.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Meglio così... volevo indicarti questo sito di palazzoni, o meglio, foto di palazzoni...

    http://gualt.tumblr.com/

    Pensa che l'autore è un veneto...

    Ho già rotto le birkestock...sto rompendo tutto

    RispondiElimina