giovedì 7 febbraio 2013

Nei giorni scorsi

Nei giorni scorsi sono stato nel Nord-Est dai parenti della mia compagna. Questo viaggetto mi ha permesso di avere delle conferme e qualche smentita (mmmm). Le solite cose insomma. Ho appurato come spesso i giornalisti di sinistra non abbiano la minima idea di cosa sia la realtà provinciale del nord-italia e che mi sono sempre mancati dei fogli locali non allineati o qualcosa del genere anche di affisso ai muri a sorpresa; che parecchie persone seguitano imperterrite a credere alle favole di Berlusconi, compresi molti giovani che hanno imparato a memoria interi passaggi del loro padrone; che tra i votanti di destra ci sono tante belle persone e non bisogna mai dimenticarlo; che tantissimi leghisti e berlusconiani si inginocchieranno a Grillo; che fra tanti votanti di Grillo il razzismo è di casa; che gli animali sono quasi sempre più intelligenti degli uomini; che utilizzare l'autostrada è una faccenda per ricchi e pure col treno la storia non cambia; che se si fosse presentato Renzi avrebbe vinto col 70% grazie a tutti quelli di destra che lo avrebbero sostenuto perché è uno di loro; che trovare una pizza buona è diventata un'impresa: non ne mangio una decente da quasi tre anni; che il Rabosello è un vino speciale; che dell'Europa non gliene frega niente a nessuno e questa cosa mi fa sempre incazzare (sto parlando dell'Europa non dell'UE); dell'Africa idem...ma c'è tanta preoccupazione per non poterci trascorrere le vacanze; che ci deve essere una stretta relazione fra l'essere stati contadini e l'avere l'etica del lavoro conficcata nel dna ma non so spiegarla questa cosa, ce l'ho in testa ma ci devo ragionare ancora sopra; che molti che si credono di sinistra in realtà sono di destra e schifosamente forcaioli; che Gramsci e Berlinguer non mi sono mai piaciuti e lo ripeto perché me lo son sentito chiedere domenica; che parlare di carceri è come rischiare di essere accoppati; che per chi vive in provincia il mondo si riduce al paese d'origine e via dicendo; che ho un bisogno disperato di vedere il mare; che per la terza volta mi offrono prodotti dei monaci e sto male a mangiarli.

Che ci sono donne che soffrono e continuano a soffrire e non dicono nulla, stanno zitte e continuano a soffrire e a soffrire e quando mi specchio in questa sofferenza io vorrei cominciare a urlare e a urlare senza mai fermarmi.








6 commenti:

  1. Che dire ci hai spiegato perfettamente il nord est...siberia quella copertina e quel pezzo mi fanno un freddo brrr,,,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nord est è anche molto bello, tanta cultura, cibo molto buono, paesaggi incredibili. Merita un viaggio di sicuro...però...insomma...ecco...

      Elimina
  2. ma perchè pensi che i giornalisti di "sinistra" credi comprendano e conoscano il Sud!??! Ovunque il mare è salato e molti scrivono da dietro lo schermo di un pc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una situazione condivisa in tutto il paese e mondo, lo so bene. Ho scritto quello perchè nei giorni prima avevo letto alcune cose che non dico, poi vado, ascolto, tasto e mi dico "bah..."

      Elimina
  3. Io e G passiamo, quando andiamo al mare, vicino a Siberia (è un paese in provincia di Pisa) e prima o poi ci andremo. Ecco. Riguardo i giornali (più che i giornalisti) stamani vedo che Repubblica è quello che vende di più: 330 mila copie. I flop televisivi sono più seguiti, e più ascoltati, dei giornali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ci ci sono passato da Siberia? perchè da gggiovane sono stato qualche volta a Cecina...se sei di quelle parti sai anche perché magari uno va a cecina.

      Sì, i giornali ormai...però i giornali locali hanno un impatto molto forte, sono più letti e venduti localmente che altri e spesso sono peggio de Il Giornale o altre robacce. Almeno quello della mia provincia è una roba....

      Elimina