mercoledì 9 gennaio 2013

Frammenti di metà settimana



"Qui, all'età di trentanove anni, cominciò per me la vecchiaia. Mi sentivo stanco e anchilosato alla sera, restio a lasciar l'alloggio; accampavo diritti di proprietà esclusiva su certe seggiole e giornali; bevevo di norma i miei tre bicchieri di gin prima di pranzo, non uno di più né uno di meno, e andavo a letto subito dopo il notiziario delle nove. Ero sempre ridesto e nervoso un'ora prima della sveglia." (Evelyn Waugh, Ritorno a Brideshead) - Waugh è una delle mie colonne da tanto tanto tempo. -

- Ci sono delle volte che mi sento guardato strano, per strada, al lavoro, sul treno, al parco, in un negozio e in molti altri posti e ttuto perché ho un cellulare che mi è costato 29 euro ed è identico al primo che mi fu regalato tanti anni fa. Non scherzo, ad esempio domenica mattina su un treno che viaggiava verso le 7 di mattina direzione Italia due ragazzine che mi hanno visto rispondere a una telefonata di mio padre hanno cominciato a darmi dello sfigato per il mio nokietto che può solo (solo per loro) telefonare e scrivere messaggi .

- Avete ascoltato l'ultimo brano del Duca "Where Are We Now?" ? Ho conosciuto i suoi dischi grazie a una ragazza che volle provare sulla propria pelle le atmosfere raccontate da Christiane F., sto parlando del concerto di Bowie e se avete letto quel libro sapete di cosa si tratta. Del ritorno del Duca ne scrive Massimo Del Papa.

 - Ho scoperto questa intervista passando da inkiostro: "La svolta, storie di conversione al Cristianesimo - Giovanni Lindo Ferretti". Sono 28 minuti.

- Un libro che leggerò e recensirò per Lankelot: "Il guardiano dei morti" di Guseppe Merico (Perdisa Pop):


- I leghisti sono i migliori servi sulla piazza. Lo sono sempre stati e lo saranno per sempre.

9 commenti:

  1. Per me, la vecchiaia cominciò a 29 anni ;)
    ETABETA400

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eta! Stuzzichi la curiosità dando unì'tà precisa...

      Elimina
  2. Parlando di cellulari...Anch'io sono una sostenitrice dei "nokietti"! ora più che mai. A Natale mio padre me ne ha regalato uno nuovo, di quelli touch che si vedono in giro, con mille funzioni. E' da una settimana che lo uso e sinceramente trovo molto più comodo ed utile quello vecchio (che tra le altre cose funziona ancora perfettamente).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io uso molto poco il cellulare, ho guardato adesso: 5 messaggi in 7 giorni, 4 chiamate ricevute, 1 fatta. A me non piace il cellulare come oggetto e infatti lo dimentico spesso a casa o in macchina.

      Elimina
  3. E mi hai lanciato due ami, due appigli, due rami. Per farci zattera, per rilanciare coraggio. Per far scintillare sorrisi sbilenchi dentro il freddo fondo di cenere distante.

    Grazie bel tenebroso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Togliamo il bel e infiliamo brutto.

      :)

      Elimina
  4. Non togliamo un Bel niente ;P

    RispondiElimina