giovedì 13 dicembre 2012

intensità invernale

"C'è uno che diceva che si sarebbe ritirato e che poi si dimette e forse torna, c'è quell'altro che è caduto e, se ne va, poi torna, poi gira, poi ruota, poi scompare, poi ricompare, si candida, forse no, no, sì, è contro l'europa ma anche no, poi si candida contro i comunisti e contro quello che è appena caduto che è la rovina del paese, poi forse ci ripensa e candida quello che è la rovina del paese ma che può fare del bene per il paese, poi c'è quello col sigaro che si mette con quello con l'orecchino ma anche con quell'altro che per anni è stato con quello che è appena tornato, poi dice che quello che è appena caduto non deve candidarsi, forse sì o forse no, dice che sarà lui il premier però appoggerà anche quello appena caduto e magari il premier lo farà un giorno sì e uno no e, poi a me piace quell'agenda, però preferisco quell'altra, preferisco il tablet, le tavolette sumere, le posso tenere tutte insieme?. però anche no, eh, sì, no, boh, poi ci sono i nordici che corrono da soli però corrono in coppia mano nella mano con i celti e i goti però se non c'è lui è anche meglio però sono fedeli e torna anche quell'altro e intanto quintalate di yogurt scaduto sopra tutti e altri martiri, altri fuggitivi, altre prossime star della tv, altri sindaci che si candidano ma continueranno a fare anche il sindaco e poi c'è il magistrato che è scappato però torna e si fa vedere e quanto gli piacciono le interviste e se ne vanno di qui e se ne vanno di là e magari il Messico...."

Ho scritto questa cosa sopra di getto, senza sapere cosa stavo scrivendo però uno mediamente sano di testa che cavolo capisce della politica italiana?

Un commento di Massimo Del Papa sul prossimo Sanremo: VIE NUOVE A SANREMO

Due libri: "L'Uomo che amava Dickens" di Evelyn Waugh e "Guardami" di Jennifer Egan



e un'intervista a Vitaliano Trevisan uscita su Carmilla: "Con le spalle rivolte al futuro. Intervista a Vitaliano Trevisan" di Alessandro Bresolin (...c'è proprio qualcosa di molto intenso che mi lega al Veneto...) e ultimissima cosa, così per caso su Youtube sono atterrato sul trailer in italiano del bellissimo film "This is England" che vi consiglio  ma coi sottotitoli, si dovrebbe farlo per tutti i film e ormai se posso lo faccio abitualmente ma in questo caso vi perdereste tantissimo delle interpretazioni e delle atmosfere del film e il ragazzino protagonista perde totalmente in intensità ed espressività e così tutti gli altri personaggi. Ho voluto parlarvene perchè quella pellicola mi ha letteralmente stregato e vederla stravolta in questo modo è un vero affronto.

2 commenti:

  1. se ti riferisci alla situazione politica italiana io chiamerei la neuro.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. neuro veramente e meno male che non ho mai avuto una tessera elettorale.

      Elimina