martedì 3 luglio 2012

Moscerini...

Stanotte tardi sedevo sul balcone bevendo un bicchiere di vino in completa solitudine e intorno si confondevano il pianto di un bambino, i gemiti di una coppia che stava scopando, le urla di un ragazzo contro il padre e le chiacchiere di un gruppo di slavi decisamente alticci. Bevevo lentamente e intanto pensavo allo sprezzo che covava nelle parole pronunciate poco prima da Salvini a "L'infedele" e alla ragazza immigrata che stasera busserà a casa nostra per farsi compilare la domanda di disoccupazione ma soprattutto riflettevo su me stesso, perchè quando mi comporto in un certo modo mi sento davvero una persona di merda, uno che non ha imparato nulla dai propri innumerevoli errori.


Un libro che mi è arrivato e che prossimamente recensirò per Lankelot:  "L'uomo che corruppe Hadleyburg" di Mark Twain (Mattioli 1885). 


E un libro di Gunther Anders che vi consiglio vivamente:


Trovate qualche informazione qui e per chiudere un disco del 1989 scoperto grazie ad Ondarock:


E qui trovate la recensione di "Storie di martiri, ruffiani e giocatori".

Infine una news dai Peter Kernel post tour canadese:

http://www.tio.ch/People/People/News/688654/Il-diario-canadese-dei-Peter-Kernel

4 commenti:

  1. secondo me sei un uomo....nel bene e nel male....nessuno è perfetto andrea,,,tu quasi:)

    RispondiElimina
  2. sono totalmente imperfetto proprio in quanto essere umano....però alcune volte è davvero deprimente.

    RispondiElimina
  3. a volte penso che questi post potrei averli scritti io... un saluto dal tremendo nordest
    etabeta400

    RispondiElimina
  4. E' che proprio i leghisti mi fanno schifo e non ho mai capito come qualcuno a sinistra li abbia potuti corteggiare. Poi il discorso sui votanti è molto più complesso ma anche lì non vorrei che si cominciasse ad essere troppo buoni e comprensivi.

    RispondiElimina