lunedì 11 giugno 2012

A sorpresa

Un libro ricevuto timidamente in regalo ieri:


E di cui potete trovare qualche informazione qui. Vale la pena di leggere anche gli altri di Delisle e magari vi metterà voglia di partire per Pyongyang.

Segnalo anche un libro di cui in passato mi aveva parlato spesso un'amica che l'aveva letto in una vecchissima edizione (ieri è uscita una lunghissima recensione su Alias de Il Manifesto a firma di Massimo Raffaeli dal titolo "Il disamore di un fascista belga") e che è stato ripubblicato in questi giorni da Castelvecchi, si tratta di: "Contro l'amore" di Robert Poulet (pp. 126, 9 euro):


Tra l'altro dello stesso Poulet è stato pubblicato da Elliot Edizioni "Il mio amico Céline":


di cui potete trovare qualche informazione qui e anche qui

E citiamo anche due dischi appena usciti:





(questo di Majirelle lo si può ascoltare qui)

(e in coda un servizio di Laura Piccininini uscito su D di Repubblica e che magari avete già letto e ammirato con le foto, comunque lo si può leggere: Polonia memories )

9 commenti:

  1. Adoro le sorprese!
    Soprattutto se portano dei libri con sé.
    Felice per te.

    RispondiElimina
  2. a me non dispiacciono, però ti dico che non festeggiando il mio compleanno e nemmeno le altre feste, sono situazioni un bel po' imbarazzanti per me.

    RispondiElimina
  3. Io invece oggi mi sono fatta un regalo bellissimo: ho comprato un te, un borges, un céline e un vonnegut.
    Non mi sono imbarazzata, anzi, non vedo l'ora che arrivino a trovarmi tutti!

    RispondiElimina
  4. e che titoli hai preso?

    io invece non amo poi molto ricevere regali e visto che non festeggio mai nessun appuntamento, diventa molto molto imbarazzante ricevere qualche regalo, che a dire la verità sono davvero rarissimi perchè molti lo sanno ormai di questa mia indifferenza ai festeggiamenti.

    RispondiElimina
  5. Ho preso:
    Aleph (già letto ma mi era stato prestato)
    Storia dell'eternità (dopo aleph, il libro di sabbia e finzioni vorrei piano piano prendere tutti i suoi libri, è forse il mio scrittore preferito, anche se conosco ancora poco)
    Settantanove punti di fuga (avrei preso anche wrong ma avrei dovuto aspettare due settimane e non avevo voglia ^^')
    Viaggio al termine della notte (libro iniziato ma poi restituito)
    Le sirene di Titano (dopo mattatoio numero 5 e Ghiaccio nove questo autore mi ha molto stupito. Devo ancora entrarci bene dentro, ma mi intriga)

    Prima o poi comprerò anche Mele Bianche, qualcosa di Neil Gaiman, che Nessundove penso sia fantastico e sognante,l'antologia di spoon river, memorie dal sottosuolo e tutto kundera.. Prima o poi ci riuscirò!

    Per i regali non posso nascondere che in un certo senso imbarazzano anche me, però dipende da chi me li fa. Se è una persona a cui tengo molto in realtà mi piacciono: riescono a emozionarmi e a farmi sentire ancora una bambina a Natale. In effetti su questo sono molto infantile, mi emoziono anche con poco ma per come mi hanno cresciuta ricevere un regalo a sorpresa mi fa sentire voluta. Poi mi piace soprattutto farli... Fosse per me regalerei sempre e solo libri tra l'altro.

    RispondiElimina
  6. Bei titoli, tranne il mio che potresti utilizzare per dare fuoco a qualche palazzo. Su Céline adoro quel libro, è uno di quelli della mia vita, però ti dico io amo maggiormente quelli della seconda fase, quelli apparentemente più illeggibili.

    Sui regali, ti dico, non festeggio nessuna festa e ricorrenza e sapendolo in pochissimi avventurosi si arrischiano a farmi qualche regalo. E frequento pure persone che sono abbastanza simili a me in questa cosa.

    RispondiElimina
  7. Comunque a chi interessa, la prima edizione di Contro l'amore è questa:

    http://www.ebay.it/itm/Robert-Poulet-Contro-l-amore-1969-1a-edizione-/230626573020

    RispondiElimina
  8. In realtà son contenta di leggerti, son curiosa.
    Ti farò sapere se è buono solo per un falò o al contrario :p

    RispondiElimina
  9. comunque grazie.

    puoi sempre usarlo per bruciare me.

    RispondiElimina