sabato 19 maggio 2012

.

...che paese che siamo...

3 commenti:

  1. E in attesa di qualche chiarimento su questa vicenda, chissà se un giorno riusciranno a tacere i professionisti dell'antimafia.

    Non scrivo mai di queste cose per pudore, incapacità, mancanza di preparazione ma qualche esperienza l'ho fatta anche io e detesto quelle persone.

    RispondiElimina
  2. Un paese per vecchi, mi verrebbe la battuta facile ... ma non va bene, fare battute facili. Non sappiamo ancora bene chi sia stato, ma la mia impressione e che sia la solita bomba per dare un segnale, come per la Strategia della tensione, come quelle del '94 ... poi vedremo se è così.

    RispondiElimina
  3. Questa vicenda per ora è ancora avvolta nella nebbia e aspettiamo di vedere se si risolverà come tanti altri episodi della storia italiana...ovvero ne risentiremo parlare fra una decina di anni se non di più. Ciò che m'infastidisce è come da tanti personaggi appena succede qualcosa arrivano lunghissimi articoli, appelli, etc, etc...capisco la confusione, l'ansia, la rabbia dei primi momenti...e come tutta una serie di elementi potessero far pensare a qualcosa che riguardasse la mafia...e magari lo riguarderà...ma alcuni personaggi/giornali/siti non perdono mai l'occasione per prendersi la scena.

    RispondiElimina